Il fratello minore è più divertente. Lo dice La Scienza.

Il fratello minore è il più divertente, lo dice la scienza

Secondo un’indagine condotta nel Regno Unito, i membri più giovani di una famiglia hanno maggior senso dell’umorismo, mentre i maggiori sono più responsabili.
La simpatia non è una questione di genetica, ma secondo un nuovo sondaggio i fratelli minori sono quelli con più senso dell’umorismo in famiglia.

YouGov ha chiesto a 1783 inglesi adulti di definire i tratti predominanti del loro carattere in relazione agli altri membri della famiglia. I risultati rivelano che i più giovani si considerano nel 46% dei casi più divertenti di genitori e fratelli maggiori, mentre solo il 36% di questi ultimi riconosce nell’ironia la propria dote principale. A dare validità al sondaggio ci sono anche un’altra serie di indizi: molti comici come Billy Crystal, Eddie Murphy, Goldie Hawn, Drew Carey, Jim Carrey, Whoopi Goldberg, Steve Martin, Jon Stewart ed Ellen DeGeneres, sono tutti i più giovani nelle loro famiglie.Tra i pregi che si riconoscono i “piccoli di casa” ci sono anche la capacità di godersi la vita ed essere più alla mano. Molti riconoscono anche di essere i preferiti dei loro genitori.

Se è vero che i più giovani sono generalmente i più amati, i fratelli maggiori vengono riconosciuti invece come molto sicuri di sé, di successo e responsabili. In molti casi, infatti, i genitori si sono dovuti rivolgere a loro quando non erano a casa per lavoro: sin da piccoli si sono presi cura dei loro fratelli minori, verso i quali hanno sviluppato un gran senso di responsabilità. Inoltre, poiché con l’arrivo di un fratellino o di una sorellina le attenzioni nei loro riguardi sono notevolmente diminuite, i più grandi hanno anche dovuto imparare prima degli altri a risolvere le proprie faccende da soli.

Non si può negare, quindi, che le dinamiche familiari abbiano una grande influenza sulle nostre personalità, ma non sono chiaramente l’unico fattore da tenere in considerazione. A forgiare il carattere di una persona adulta sono anche le esperienze che vivrà una volta abbandonato il contesto familiare, i percorsi di studi e le altre persone che incontrerà lungo il suo cammino. Questo vuol dire che, se da un lato i più piccoli dovranno necessariamente responsabilizzarsi, i più grandi potrebbero anche riuscire a vivere la vita più tranquillamente dopo aver raggiunto il loro obiettivo. E magari impareranno anche a fare qualche battuta.

fonte