Il mare cura ben 16 malattie: lo dice la scienza

Uno dei migliori farmaci esistenti in natura, almeno secondo la ricerca scientifica.

Il mare possiede un’abbondanza di benefici che spesso sottovalutiamo o, meglio, noi non teniamo spesso in considerazione. Ecco che corre a ricordarcelo la Scienza. Basta semplicemente pensare allo iodio, alla salsedine che già possiamo iniziare a dire addio ai medicinali che teniamo nelle nostre case e che, purtroppo, siamo abituati ad assumere quotidianamente.

Secondo la scienza, infatti, parecchi sarebbero i benefici che apporterebbe il mare alla nostra Salute.

Eccoli riassunti qui sotto.

  • Il mare fa bene al cervello, il quale, stando in una zona vicina al mare, rilascia delle sostanze chimiche come la dopamina, la serotonina e l’ossitocina, responsabili della felicità.
  • Migliorerebbe il respiro, perché l’aria della costa contiene una quantità molto elevata di sali minerali, quali il cloruro di sodio, il magnesio, lo iodio, il calcio, il potassio, il bromo e il silicio, tutti provenienti dalle onde che si infrangono a riva e dagli spruzzi d’acqua provocati dal vento: un vero e proprio pieno di aerosol marino!
  • Inoltre, combatterebbe la ritenzione idrica, sempre per la concentrazione di sali minerali, cosa che favorisce, tramite osmosi, l’eliminazione dei liquidi accumulati nei tessuti adiposi.
  • Può aiutare anche a combattere i chili di troppo, perché il sale rappresenta uno stimolo per le terminazioni nervose della pelle, determinando così l’accelerazione del metabolismo e, di conseguenza, è semplice per l’organismo bruciare i grassi più velocemente del normale.
  • Grazie alla pressione dell’acqua, mentre si fa il bagno in mare, la temperatura ed il moto ondoso effettuano un vero e proprio massaggio su tutto il corpo, ragion per cui la circolazione viene riattivata con facilità: si rafforza in questo modo il sistema circolatorio.
  • Un altro beneficio importante scoperto dalla scienza sarebbe il miglioramento del tono muscolare, in quanto il nuoto in generale permette ai muscoli di rilassarsi, sciogliendo le contratture e le articolazioni bloccate, per esempio, da artrite e da artrosi.
  • Ultimo beneficio, ma non per importanza, consiste nel fatto che l’acqua del mare offrirebbe un contributo a intestino e reni, permettendo in questo modo la depurazione di tutto l’organismo.
  • Questi sono i principali benefici che possiamo ottenere andando al mare o, semplicemente, facendo una bella passeggiata in riva.

Fare shopping fa bene: lo dice la scienza

Secondo uno studio scientifico fare shopping fa diminuire stress e ansia.

“Fare shopping è terapeutico”: a darci questa buona notizia è stato un gruppo di ricercatori di Taiwan e Australia che hanno condotto uno studio scientifico su 1.900 volontari, uomini e donne. Lo studio è stato pubblicato sulla rivista specializzata “Journal of epidemiology and community health”.

Secondo lo studio, fare shopping fa bene per diversi motivi: innanzitutto riduce lo stress, che è una delle cause principali di malattie come quelle cardiovascolari. Poi aumenta l’autostima: beneficio riscontrato anche per gli acquisti online. Ma non è tutto, perché a questo bisogna aggiungere il fatto che ci invoglia a fare esercizio fisico, per spostarci da una vetrina all’altra (ovviamente, questo beneficio non riguarda lo shopping online) e a mantenere la linea: per vedersi meglio negli abiti da provare in camerino. Qualcuno avrà anche notato che lo shopping rende felici: ebbene, anche questo aspetto è confermato. Di conseguenza riduce depressione e senso di isolamento.

Gli studiosi inoltre rassicurano: per avere questi benefici, non è necessario spendere tanto. Piuttosto è preferibile farlo con regolarità.

Per chi sta già facendo i salti di gioia, c’è anche una raccomandazione: è vero che lo shopping fa bene, ma non deve diventare un’ossessione, perché questo potrebbe comportare una dipendenza patologica.

Il consiglio è di farlo con moderazione: magari prefissando un budget ragionevole.

fonte

Le donne devono dormire in più rispetto agli uomini. Lo dice la scienza

Le donne devono dormire 20 minuti in più rispetto agli uomini:

questa è la tesi sostenuta dalla National Sleep Foundation che ha svolto una ricerca su un campione di persone tra i 26 e i 64 anni. Sebbene per un risposo ottimale siano necessari, sia agli uomini che alle donne, dalle 7 alle 9 ore, le donne dovrebbero rimanere a letto circa 20 minuti in più.

Il motivo? Riguarderebbe la struttura neuronale:

secondo una ricerca dell’Università della Pennsylvania quella delle donne permette migliori doti comunicative e di analisi, oltre ad una migliore memoria. Questo significa che le donne sono più abili nel trovare soluzioni e risolvere problemi, ma questo porta ad un maggiore consumo di energia che può sfociare nella stanchezza. Per ovviare a questo “problema” e ricaricare le batterie sono necessari dunque 20 minuti di sonno in più.

Purtroppo però pare che le donne soffrano di insonnia più degli uomini:

come afferma Javier Puertas, capo del dipartimento di neurofisiologia dell’Unità del sonno dell’ospedale La Ribera di Valencia, «Statisticamente le donne soffrono il doppio di insonnia degli uomini e soffrono di più dal punto di vista delle prestazioni cognitive e somatiche». La maggior parte delle donne tra i 30 e i 60 anni dorme circa 6 ore al giorno e questo causa problemi di sonnolenza e mancanza di concentrazione durante le attività del giorno. Non c’è una spiegazione scientifica a questo, sebbene Puertas sostenga che si possa trattare di alcuni fattori biologici: «È stato dimostrato che l’udito di una donna è più sensibile quando si tratta di percepire o reagire al pianto di un bambino».

fonte

Divorziare fa ringiovanire di 10 anni. Lo dice la scienza.

Il divorzio è una decisione dura da prendere e parecchio complessa, che comporta diversi cambiamenti nella propria vita o in quella dei propri figli, pure dal punto di vista psichico ed emozionale ed specialmente se si è stati sposati per parecchio tempo.

Invece, risulta che a molte donne divorziare ha fatto proprio del bene. Per molte di loro chiudere un capitolo delle loro vite diventa un’esperienza gratificante, che le fa connettere di nuovo con sé stesse e persino ringiovanire.

Uno studio assicura che le donne divorziate sono più felici e in salute e ringiovaniscono di 10 anni, stando a quanto dice uno studio svolto dall’Università di Kingston. Il motivo principale sembra essere che queste donne riescono a prendersi cura di loro e la loro vita cambia completamente.

Sono molti i benefici che le donne traggono dal divorzio. Sebbene all’inizio possano passare per un processo depressivo normale, quando passa, riprendono in mano la loro vita e realizzano molti cambiamenti positivi.

Le donne ritrovano il proprio spazio personale, ritrovano del tempo per sé stesse, conoscono persone nuove, ritrovano le vecchie amicizie e possono dedicarsi ad attività che amano.
Le donne divorziate crescono passo a passo, non c’è felicità più grande di quella di raggiungere un obiettivo al quale si è dedicato del tempo. Non hanno paura di lasciare indietro ciò che può far loro ricordare il passato.
Le donne divorziate ritrovano la pace attorno a loro. Non ci sono più discussioni. Arriva un periodo di purificazione, la loro coscienza è in pace, quelle guerre interne che c’erano per via di certe situazioni spariscono.
Le donne divorziate ritrovano pure la forma. Cercano di mantenersi bene fisicamente e di sentirsi felici quando si guardano allo specchio: in molte fanno sport e stanno attente alla loro alimentazione.

Il divorzio non deve essere visto come un fallimento, può anche essere positivo, senza per questo augurarci che diventi una moda.

Fonte: : https://www.pianetadonne.blog/notizia-ufficiale-secondo-la-scienza-divorziare-fa-ringiovanire-di-10-anni/