Gatti e cani possono vedere gli spiriti!

Cani e gatti posso percepire frequenza sconosciute agli umani. Un studio condotto alcuni anni fa da biologi della City University di Londra, ha fornito prove per questo differenziale in vista tra le specie.

Cani e gatti possono vedere la luce UV e altri raggi che le retine umane non hanno capacità di vedere.

In precedenza si credeva che tutti i mammiferi avessero occhi simili agli umani, incapaci di vedere raggi UV, ma prove scientifiche suggeriscono che molti mammiferi possono farlo.

Tuttavia, qualcosa in più in questo fenomeno scava nel regno metafisico.

Capita spesso di vedere gatti osservare i muri e miagolare, mettersi sulla difensiva, raspare,saltare a vuoto, inseguire.

Ammettiamolo la cosa è spesso inquietante e accade ovviamente anche non in presenza di raggi UV.

Tu hai esperienze con gatti “sensitivi”?

fonte 

 

La barba contiene più germi del pelo di un cane: lo dice la scienza

La ricerca è stata condotta su 18 uomini con la barba e 30 cani di razze diverse.

Non importa che sia lunga o corta, la barba contiene più germi del pelo del cane. A confermarlo è stata un ricerca scientifica.Tutto è partito da uno studio condotto per appurare se uno stesso apparecchio per la risonanza magnetica può essere condiviso da umani e amici a 4 zampe senza rischi per la salute dell’uomo. Accade infatti che, in casi di sottoutilizzo dell’apparecchiatura, questa possa essere messa a disposizione dei veterinari.

La ricerca è stata condotta mettendo a confronto 30 cani di diverse razze (di  3,8 anni) e 18 uomini con la barba (di 36 anni). I ricercatori hanno prelevato un campione di pelo e di barba. Il test ha confermato che la barba conteneva più germi del pelo del cane ed era, quindi, meno igienica. Tutti i campioni di barba contenevano un’alta carica batterica, il 39% degli uominiaveva anche agenti patogeni (trovati solo in 4 cani!).

Anche i tamponi bocca-bocca hanno rivelato che 17 uomini su 18 presentavano un alto numero di germi, presenti solo in 12 cani su 30.Anche se quelli potenzialmente pericolosi erano solo in un uomo, mentre erano presenti in 2/3 dei cani.I risultati di questa ricerca sono destinati a sollevare molte polemiche e c’è già chi parla di pogonofobia (paura della barba).

fonte: https://www.105.net/news/tutto-news/260147/la-barba-contiene-piu-germi-del-pelo-di-un-cane-lo-dice-la-scienza.html

Passeggiare col cane fa bene alla mente: lo dice la scienza.

Secondo lo studio condotto dai ricercatori dell’University of Western Australia, passeggiare col cane fa bene non solo al cuore, ma migliorerebbe anche il livello psicologico. E’ risaputo che una passeggiata quotidiana faccia bene alla salute. Ciò che fino ad oggi, forse per molti, era ancora poco noto è che camminare con il proprio cane migliori non solo il sistema cardiovascolare, ma apporti anche numerosi benefici alla psiche.

Infatti, aumenta la sicurezza in sé stessi e favorisce le relazioni sociali.  Il cane è sin da sempre il migliore amico e compagno dell’uomo ed ora sarà anche il miglior rimedio per apportare benefici salutari.

Benefici cardiovascolari

Siete pigri e non avete alcuna voglia di alzarvi dal divano? Una passeggiata col vostro cane può essere un ottimo motivo per uscire di casa, non solo per svagare, ma soprattutto per la vostra salute. Perché? La cardiologa Renata Daniele spiega: ” Bastano circa 30 minuti di attività fisica moderata, come una passeggiata, 5 volte alla settimana per tutelare la salute del cuore.

I possessori di cani-aggiunge la cardiologa- superano la cifra. Infatti, rispettano i parametri stabiliti dai protocolli medici sia per il benessere che per la prevenzione delle patologie cardiache. Dunque, il cane diventa un ottimo e vantaggioso rimedio per mantenersi in forma e in salute.

Risultati della ricerca australiana

Secondo i dati dello studio australiano, sono stati coinvolti circa un migliaio di padroni di cani che hanno camminato per 5-6 giorni alla settimana per un totale di 93-110 minuti. In tal modo, dunque, i padroni dei cani hanno ampiamente superato i minuti totali dell’attività fisica che di solito a settimana verrebbe svolta.

Inoltre, secondo il ricercatore Hayley Christian, la passeggiata quotidiana con il cane ha aumentato la sicurezza e l’autostima personale migliorando la capacità dialogica e l’interazione sociale con gli altri e l’ambiente circostante. Pertanto, impegnarsi nella gestione quotidiana del proprio cane non solo apporterebbe benefici all’organismo, ma aiuterebbe anche a sentirsi meglio con il mondo esterno e soprattutto con sé stessi. D’ora in poi, non ci sarà alcun motivo per restare a poltrire, una passeggiata all’aria aperta in compagnia del vostro cane quotidianamente vi aiuterà a star meglio.

 

Fonte:

https://www.supereva.it/passeggiare-col-can-fa-bene-alla-mente-lo-dice-la-scienza-23553